Sony chiede a Google di aggiungere il reboot ad Android

Con Android che è diventato la piattaforma mobile più usata per gli smartphone, avrebbe senso se Google integrasse il maggior numero di funzioni possibile, evitando che a farlo siano i produttori con le loro interfacce utenti che non fanno altro che rallentare gli aggiornamenti.

Una delle fuzioni che siamo sicuri molti utenti di Android apprezzerebbero è la possibilità di riavviare il telefono senza spegnerlo. La funzione al momento non c’è sul sistema operativo di Google, quindi se volete riavviare il telefono dovete spegnerlo e riaccenderlo. Le uniche circostanze il cui il telefono si riavvia, è durante gli aggiornamenti di sistema, ma accade automaticamente, senza che voi possiate impedirlo o agevolarlo.

La funzione pare essere talmente utile che perfino Sony ha chiesto a Google di includerla in Android. Il produttore ha recentemente pubblicato la richiesta sul sistema di tracciamento dei problemi di Google scrivendo: “L’idea è che agli utenti con i permessi da sviluppatore, Google dia la possibilità di riavviare il loro telefono dall’interfaccia utente, ad esempio durante lo sviluppo o anche solo per permettere un “refresh” del telefono”.

Sfortunatamente, sembra che Google non sia molto interessata a questa proposta. Una cosa simile era già stata chiesta a Google lo scorso febbraio, ma il ticket era stato chiuso come “rifiutato”. Non è chiaro perché Google sia contraria a questa possibilità, ma è più interessante sapere se gli utenti la ritengono utile o no. Che ne pensate? Usate i commenti per dircelo.

 

Google Search: maggiori informazioni su cantanti, attori, TV show e film

Siete curiosi di sapere se il vostro cantante preferito ha in programma un concerto vicino a voi? Desiderate ricevere qualche spunto o consiglio su della buona musica da ascoltare? Vi state gustando una serie TV e non ricordate il nome di uno degli attori? Nessun problema, il motore di ricerca di Google Search è in continuo aggiornamento proprio per questo, in modo da riuscire a soccorrervi nel momento del bisogno e nel modo più completo possibile.

Esattamente da oggi, infatti, Google migliora i suoi risultati di ricerca, introducendo ulteriori informazioni in aggiunta a tutte quelle che sino ad ora erano già state rese visualizzabili. Informazioni extra verranno visualizzate durante le ricerche inerenti a cantanti, attori, TV show, film, musica e cinema in generale. A beneficiare di questa nuova funzione sono gli utenti di Android, sia su smartphone che su tablet, mentre dovranno attendere ancora un po’ gli utenti iOS.

Ci teniamo a precisare che la funzione non è assolutamente un’esclusiva riservata al nuovo Now On Tap. Le nuove informazioni verranno infatti visualizzate da qualsiasi utente che, nel momento di bisogno, decida di effettuare una ricerca Google dal proprio dispositivo.

10 regali di natale davvero strani che vorrai subito anche tu!

Il natale è alle porte, e tutti già iniziamo a pensare a che cosa regalare a parenti ed amici. Pensare ad un regalo originale, magari dopo venti o trent’anni di conoscenza di una persona, non è facile, perché non bisogna andare sul banale regalando i soliti calzini ma nemmeno qndare sul troppo originale regalando cose assurde come la prova gratuita di bungee jumping. In questa lista ti proponiamo una serie di 10 regali di natale semplici, ma decisamente d’effetto, che vorrai sicuramente anche tu.

10. La sciarpa con le tasche

Iniziamo da un capo d’abbigliamento originale per chi è particolarmente freddoloso, specie per questo inverno che si preannuncia piuttosto rigido. Si tratta della sciarpa con le tasche, una normalissima sciarpa che ha due tasche nella parte anteriore in cui è possibile riporre gli oggetti che vogliamo avere a portata di mano senza cercarli sotto cappotto, felpa e maglione, e che all’occorrenza è possibile utilizzare anche per scaldarsi le mani quando magari il cappotto che indossiamo non ha le tasche o le ha troppo piccole.

9. L’asciuga piedi per uscire dalla doccia

Una delle sensazioni più fastidiose, e non solo in inverno, è quella di uscire dalla doccia calda e trovarci con i piedi sul pavimento freddo. Magari non vogliamo mettere subito le pantofole perché abbiamo ancora i piedi bagnati, e per questo possiamo ripiegare si questo oggetto, che è praticamente un asciuga piedi. Usciamo dal box doccia e ce li infiliamo dentro, potendo così fare qualche passo mentre ci asciughiamo e vestiamo e allo stesso tempo togliendo l’acqua dai piedi. Dopo, quindi, senza problemi, potremo metterci le pantofole senza bagnarle.

8. Il copri WC riscaldato

Sempre parlando di caldo e freddo, un’altra idea interessante è quella del copri WC riscaldato, che ha lo scopo di evitare che quando ci mettiamo seduti, magari in inverno, sentiamo subito il freddo della tazza… L’utilizzo è molto semplice, perché basta accenderlo prima per scaldare sia il tappo che la ciambella, e potersi così piacevolmente accomodare in uno dei posti che potremmo definire tre i più importanti della nostra vita. In estate, poi, basta non accenderlo ed è tutto come prima.

7. La coperta che ti avvolge

Quella che vedete qui davanti è una pura e semplice coperta, che però ha dei fori e una cerniera per avvolgerla intorno al proprio corpo. In inverno, con il freddo, stare coricati sotto le coperte è molto bello, ma arriva anche il momento di alzarsi, sia al mattino che durante la notte quando magari dobbiamo andare a bere o in bagno. La coperta sotto la quale eravamo si avvolge così intorno al nostro corpo, si infilano le braccia nell’apposito alloggiamento e si aggancia. Avremo così una specie di accappatoio con cui girare per la casa.

6. Un cuore che ti scalda il cuore

Ecco qui il prodotto perfetto per tutte quelle persone che hanno bisogno di un po’ di calore, sia in senso fisico che in senso morale. Si tratta di un pupazzo gigante a forma di cuore, che ha la particolarità di poter essere collegato alla presa elettrica per scaldare una resistenza all’interno. Andremo in questo modo a dormire con un amico rosso che ci scalda per tutta la notte, un’idea semplice ma di grande effetto ed ottima da essere regalata per le festivitè natalizie, specialmente a persone un po’ sole e freddolose…

5. Le mani da Yeti riscaldate

Il freddo alle mani è una delle sensazioni più fastidiose durante l’inverno, e a volte nemmeno i guanti bastano a scaldarle come si deve, trattenendo il calore. Una soluzione può essere quindi questo oggetto, che sono praticamente delle mani da yeti che, prima di mettere, si scaldano tramite la corrente. Avremo così un modo per scaldarci le mani continuamente ma che allo stesso tempo le lascia libere di afferrare oggetti piccoli come uno smartphone: un prodotto d’effetto, anche se obiettivamente un po’ ingombrante.

4. La stufa che fa da soprammobile

Molte persone in casa non hanno una stufetta elettrica per vari motivi: chi perché consuma troppo in termini di energia elettrica, chi perché è troppo grande e non sa dove metterla. La soluzione ad entrambe le situazioni è quella di utilizzare questo piccolo oggetto che funziona come un soprammobile, davvero piccolo. Ovviamente il raggio di riscaldamento è limitato, ma se siamo una persona sola e magari dobbiamo stare in uno stesso posto per qualche ora può essere comunque un’ottima soluzione.

3. Lo scalda pigiama

E rimanendo ancora in tema freddo, ti da fastidio doverti cambiare la sera per metterti il pigiama che è molto più freddo rispetto ai vestiti che indossavi prima? Questo prodotto risolve molto bene il problema, visto che permette di avere il pigiama sempre caldo prima di metterlo. Il funzionamento è molto semplice: si collega alla corrente, quindi si inserisce il pigiama nell’apposito alloggiamento e si aspetta che raggiunga la temperatuda desiderata. Poi ce lo mettiamo trovandosi così già al calduccio prima di dormire.

2. Le cuffie scalda orecchie

Questo è un regalo dedicato a tutti gli amanti della musica che non vogliono perdere le loro canzoni preferite nemmeno in inverno: al posto dei classici auricolari, infatti, potremo mettere queste bellissime e pelosissime cuffie che ci scalderanno le orecchie impedendoci che congelino, quando fa molto freddo. All’interno hanno gli altoparlanti e ovviamente non manca il jack per collegarle al nostro smartphone o ad un lettore mp3: potremo così ascoltare tutta la musica che vogliamo senza paura di trovarci due ghiaccioli ai lati della testa.

1. I guanti con sorpresa

Uno dei metodi che, da secoli, si utilizzano per scaldarci quando fa molto freddo è il bere qualcosa di alcolico. Già lo facevano i militari in tempo di guerra, nelle trincee sulle alpi, portandosi dietro una fiaschetta contenente una bevanda che riscaldava: ad oggi le cose sono un po’ cambiate, ma per gli amanti dell’alcol ecco che è possibile acquistare questi guanti. Sembrano guanti normalissimi, in realtà, ma hanno al loro interno un piccolo deposito per i liquidi, mentre tra le dita c’è una cannuccia per bere. Nessuno avrà dubbi di nessun tipo, ma quando fa particolarmente freddo è sufficiente avvicinare il guanto alla bocca e… Alla salute!

Fonte

Scomparso da nove anni, la scoperta agghiacciante su Google Maps

BYRON (Michigan, USA)La misteriosa sparizione di un 72enne nel 2006 è stata risolta poco tempo fa dalle forze di polizia americane: l’uomo era sparito l’11 ottobre 2006, dopo essere uscito da un pub doveva andare a trovare un amico ma da quel momento nessuno ha più avuto sue notizie tanto che si è pensato subito alla sua morte a causa di una rapina o di un avvenimento del genere. Per il ritrovamento dell’uomo è stata decisiva la testimonianza di una persona che ha visto riaffiorare dall’acqua di un lago del Michigan il tettuccio di una macchina che si è rivelata essere quella della vittima.

L’uomo ha subito avvertito le autorità che si sono precipitate sul luogo del ritrovamento scoprendo a malincuore che all’interno della macchina si trovava proprio l’uomo, o per meglio dire le sue ossa visto che dopo 9 anni quasi tutto il tessuto epiteliale dell’uomo era scomparso. I suoi resti sono stati ritrovati dopo aver riesumato la macchina dall’acqua piena di fango e ruggine; si pensa che l’uomo abbia compiuto questo gesto estremo perché da poco aveva scoperto di essere malato di cancro, una patologia che lo avrebbe costretto a subire dolori e ad utilizzare cure a cui però non avrebbe resistito a lungo.

© Google Maps

Fino a qui la vicenda non avrebbe niente di strano se non fosse che la macchina sommersa nel lago era facilmente visibile anche dalla nota piattaforma Google Maps, l’immagine è ancora online e può essere vista da chiunque, la visione di questa foto oggi fa venire i brividi se si pensa che per tutto questo tempo dentro alla macchina c’era un cadavere! Il sito non si aggiorna quotidianamente ma le immagini dei satelliti possono rimanere anche diversi anni prima di essere modificate ed infatti la macchina è rimasta visibile per ben 9 anni senza che nessuno se ne accorgesse minimamente.

Grazie ai mezzi tecnologici e ai social network, oggi potremmo più facilmente riuscire a risolvere problemi di questo genere: trovare criminali, persone scomparse, rintracciare oggetti rubati ed evitare che vengano commessi crimini ancora prima che i malviventi agiscano. Tutto questo è possibile solo grazie alla collaborazione tra forze dell’ordine ed utenti: cosicché i presunti fuorilegge possano essere intercettati ed arrestati evitando che qualcuno venga messo in pericolo, purtroppo questa manovra non è stata ancora eseguita completamente ma c’è chi è fiducioso che nei prossimi anni questi mezzi siano utilizzati anche per scopi più seri riguardanti la sicurezza delle persone.

 

Fonte